Azioni sul documento

Cronotachigrafo digitale e carta tachigrafica

ATTENZIONE
la presentazione delle domande per il rilascio delle carte tachigrafiche è
SOLO SU APPUNTAMENTO
.

E' ATTIVO IL SERVIZIO DI PRENOTAZIONI ONLINE!!

per il RITIRO DELLE CARTE TACHIGRAFICHE PRONTE
rivolgersi all'accoglienza ( NON SERVE APPUNTAMENTO )
dal lunedì al giovedi  dalle 9:00 alle 16:00
venerdì dalle 9:00 alle 12:30

Il cronotachigrafo digitale serve a registrare la velocità, i tempi di lavoro e i percorsi degli automezzi pesanti, che hanno l’obbligo di utilizzarlo ai sensi dell'articolo 179 del Codice della strada

Installazione

I cronotachigrafi digitali possono essere installati e riparati solo da centri tecnici espressamente autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico Attività Produttive. Tali centri si occupano della taratura iniziale dei cronotachigrafi digitali, che deve essere effettuata subito dopo la loro attivazione e, in seguito, con periodicità annuale.

Le istruzioni sulle modalità di richiesta dell'autorizzazione da parte dei centri tecnici e delle officine per montare e attivare i cronotachigrafi (ed effettuare il relativo controllo periodico) sono presenti nella sezione "MODULI E GUIDE".

Come funziona

Il dispositivo è composto da una memoria digitale e da una tessera magnetica personale, la carta tachigrafica (smart card), con i dati del conducente. Nella carta tachigrafica sono memorizzate tutte le informazioni sul luogo di partenza e sulle caratteristiche del veicolo, insieme alle ore di guida e di riposo dell’autista. Questo strumento permette di controllare eventualmente anche le attività dei conducenti che si alternano alla guida dello stesso autocarro. I dati sul mezzo sono conservati per un anno, mentre il badge dell’autotrasportatore registra tutte le attività degli ultimi 28 giorni.

Cosa fa la Camera di Commercio

La Camera di Commercio rilascia le carte tachigrafiche per la registrazione, la lettura e il controllo dei dati presenti nel cronotachigrafo, oltre che per la manutenzione dell’apparecchio.
Oltre alla carta del conducente, di colore bianco, che registra tutte le attività dell’autista per un periodo di almeno 28 giorni esistono altri tre tipi di carta tachigrafica:

  • la carta dell’azienda di trasporto, di colore giallo, che permette di leggere i dati registrati nella memoria del cronotachigrafo (l'azienda può richiederne un numero massimo di 62);
  • la carta dell’autorità di controllo, di colore blu, anch’essa utile al controllo dei dati registrati nel cronotachigrafo;
  • la carta dell’officina, di colore rosso, per la verifica e la manutenzione dell’apparecchio.

Come richiedere le carte tachigrafiche

È necessario compilare le apposite domande, allegando la documentazione indicata al loro interno e versando i relativi diritti di segreteria specificati nella sezione relativa. Le documentazioni possono essere presentate anche da altra persona, con delega in carta semplice, o anche spedite per posta (Camera di Commercio di Padova - Ufficio Carte Tachigrafiche - piazza Insurrezione 1/A - 35137 Padova)

Quali sono i mezzi interessati

La normativa prevede che debbano essere dotati di cronotachigrafo omologato e correttamente funzionante:

  • i veicoli adibiti al trasporto di merci di massa massima ammissibile superiore a 3,5 tonnellate compresi eventuali rimorchi o semirimorchi (cronotachigrafo digitale se immatricolati a partire dal 1.5.2006)
  • i veicoli adibiti al trasporto di passeggeri che, in base al tipo di costruzione e all’attrezzatura, sono atti a trasportare più di nove persone compreso il conducente e destinati a tal fine (cronotachigrafo digitale se immatricolati a partire dal 1.5.2006).

I cronotachigrafi digitali devono inoltre essere installati - alla sostituzione dell'apparecchio di controllo analogico - sui veicoli immatricolati dopo il 1° gennaio 1996 e adibiti al trasporto su strada di:

  • merci (veicoli con portata superiore a 12 tonnellate)
  • passeggeri (veicoli con numero di posti a sedere compreso il conducente superiore a 9 e con portata superiore a 10 tonnellate) se la trasmissione dei segnali all'apparecchio è esclusivamente di tipo elettrico.

L’obbligo riguarda tutti coloro che, oltre a svolgere l’attività di trasporto con i veicoli sopraindicati:

  • operino sul territorio di uno Stato membro dell’Unione Europea
  • effettuino trasporti nazionali o internazionali
  • siano lavoratori dipendenti o artigiani
  • siano italiani o stranieri
  • compiano trasporti per conto proprio o per conto terzi.
contenuto aggiornato il 12/11/2017

A chi rivolgersi

Carte Tachigrafiche

Sportello 3
Piano terra
Piazza Insurrezione 1/A
35137 PADOVA

Orari

Servizio su appuntamento 

Orario sportello dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.30

Telefono

049.82.08.337
lun ven 9.00 - 10.00

Fax

049.65.03.15

Presidio territoriale Consorzio ZIP

Padova - Galleria Spagna n. 35
5° piano - 35127 Padova

Orari

Sportello martedì e giovedì dalle 9.00 alle 11.00

I seguenti servizi sono su appuntamento:

 

 

Telefono

049.89.91.815

Presidio territoriale di Cittadella

Via Indipendenza, 41
35013 Cittadella

Orari

Sportello da lunedì a venerdì 10.00 – 12.00

Telefono

049.94.13.540